Trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità: chi deve farla?

Sto vendendo un immobile di mia proprietà e il notaio della parte acquirente mi ha chiesto la trascrizione dell’ accettazione tacita. La situazione è la seguente: 2003: la sig.ra Rossi vende alla sig.ra Bianchi che acquista in regime di comunione dei beni. 2004: il coniuge della sig.ra Bianchi muore e viene fatta la dichiarazione di successione; la sig.ra Bianchi è l’unico erede. 2005: la sig.ra Bianchi vende alla sig.ra Verdi 2007: la sig.ra Verdi dona l’immobile alla figlia sig.ra Giallo unico erede 2018: la sig.ra Giallo vende l’immobile e il notaio dell’acquirente richiede il pagamento della trascrizione dell’accettazione tacita. La domanda: devo pagare la trascrizione? posso rivalermi su sig.ra Bianchi per il pagamento? Grazie
Eredità e Successioni (19/05/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Marta Calderoni
Locazioni commerciali, Eredità e Successioni, Recupero Crediti, Risarcimento danni e responsabilità civile, Immobili, Famiglia
Segui l’avvocato
Risposta:

Per rispondere al Suo quesito riteniamo opportuno segnalare che, se il Notaio ha richiesto la trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità espressa da uno dei Suoi danti causa (la sig.ra Bianchi) per poter procedere con la compravendita dell'immobile, sicuramente è Suo interesse effettuarla, sostenendone i relativi costi (imposte).

Parimenti, è Suo diritto ottenere dalla sig.ra Bianchi il rimborso di quanto versato poiché la trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità sarebbe stata di competenza di costei.

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda