Alla morte della madre, in che quote succedono i figli?

Salve il mio quesito è quest: mio padre è venuto a mancare circa 4 anni fa e nell'arco del tempo si è occupato del patrimonio e di seguire mia madre mio fratello, premetto che la successione è stata già fatta. Secondo le fonti di mio fratello spetterebbe alla morte di mia madre a lui il 75% dell'eredità. volevo sapere se la legge prevede questo tipo di percentuale e se è veritiera. Grazie
Eredità e Successioni (25/09/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Marta Calderoni
Locazioni commerciali, Eredità e Successioni, Recupero Crediti, Risarcimento danni e responsabilità civile, Immobili, Famiglia
Segui l’avvocato
Risposta:

Per rispondere al Suo quesito, e capire come sarà ripartita l'eredità alla morte di Sua madre, riteniamo opportuno segnalare quanto segue.

Occorre innanzitutto distinguere tra le seguenti ipotesi:

- se Sua madre decederà lasciando un testamento, si aprirà una successione testamentaria e si osserveranno le disposizioni in esso contenute;

- qualora invece Sua madre deceda senza lasciare un testamento, si aprirà una successione c.d. legittima in quanto la sorte dei beni che compongono la massa ereditaria sarà disciplinata dalle disposisioni di legge.

Per capire dunque a chi debba devolversi l’eredità, occorre esaminare innanzitutto il disposto dell’art. 565 del codice civile, intitolato “categorie dei successibili”, che fornisce il seguente, dettagliato, elenco dei soggetti chiamati all’eredità, in rigoroso ordine di prevalenza:

  1. coniuge, 2. discendenti, 3. ascendenti, 4. collaterali, 5. altri parenti 6. Stato italiano.

Le suddette categorie di successibili sono collocate in un ordine ben preciso: vi sono tre classi di successibili ex lege, formate rispettivamente dai parenti, dal coniuge e dallo Stato.

All'interno delle prime due classi (parenti e coniuge) sono distinguibili diversi ordini, fra i quali vige un rigoroso criterio di preferenza: cioè i successibili che appartengono ad un dato ordine escludono i componenti l'ordine successivo e sono a loro volta esclusi dai membri degli ordini anteriori.

I soggetti ai quali si devolverà l’eredità di Sua madre saranno dunque - in assenza di coniuge - i due discendenti, ossia Lei e Suo fratello. A tal proposito precisiamo che, a norma dell'art. 566 c.c., i figli succedono al padre e alla madre in parti uguali: non è dunque possibile che a Suo fratello spetti il 75% dell'eredità, come costui cerca di sostenere.

 

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda