successione del coniuge con troppe passività. Possibile presentare dichiarazione di rinunzia?

Buongiorno mio marito e deceduto a maggio. La casa in cui vivo è di mia proprietà piena e abbiamo un muto per ristrutturazione di cui lui mutuatario ed io ipotecaria e garante. Per vendere la casa devo fare la successione del mutuo o puo direttamente estinguere la banca dell' acquirente? Io voglio rinunciare all' eredità in quanto sono solo debiti ma non al mutuo altrimenti perderei la casa. Che devo fare?

Eredità e Successioni (04/10/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Guido Vecellio
Diritto bancario e Cartelle esattoriali, Condominio, Recupero Crediti
Segui l’avvocato
Risposta:

Ci sembra di capire che, a seguito del decesso di Suo marito, Ella ha il problema di valutare la possibilità di rinunciare all'eredità, atteso che vi sono solo passività, ma non vuole nel contempo perdere la casa, di Sua proprietà, gravata da un mutuo per ristrutturazione ove Ella riveste la qualità di garante.

Nel contempo però ha messo in vendita la casa di Sua proprietà ed in questo caso con il ricavato dalla vendita potrebbe estinguere il mutuo.

Con la rinuncia all'eredità del coniuge Ella bloccherebbe qualsiasi richiesta di pagamento dei debiti avanzata nei Suoi confronti.

La dichiarazione di rinuncia deve essere ricevuta da un notaio o in Comune. Per quanto riguarda l'immobile di cui ha la piena proprietà, ma con il vincolo del mutuo, Le consigliamo di rivolgersi alla Banca per valutare una ipotesi di rinegoziazione del contratto di mutuo, a seguito della morte di Suo marito, fermo restando che, in caso di vendita, lo stesso potrebbe essere estinto dall'acquirente del bene.

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda