immobile in comproprietà. è possibile rinunciare alla propria quota?

Salve avvocato, gentilmente volevo un suo parere: sono comproprietario insieme a 4 fratelli di una casa, visto che non ci mettiamo d’accordo per venderla, Le chiedo posso rinunciare alla mia quota di proprietà dal momento che non voglio litigare con loro. La ringrazio anticipatamente
Immobili (27/11/2019)
lawyer
Autore:
Avvocato Guido Vecellio
Diritto bancario e Cartelle esattoriali, Condominio, Recupero Crediti
Segui l’avvocato
Risposta:

Nessuna persona può essere costretta ad essere proprietaria di un bene e pertanto la rinuncia al proprio diritto di proprietà è permessa.

Nel caso di immobili in comproprietà, un comproprietario con una dichiarazione unilaterale, immediatamente produttiva di effetti nei confronti  degli altri comproprietari, può rinunciare alla propria quota di proprietà (rinuncia abdicativa).

E' un atto unilaterale valido ed efficace che prescinde dalla accettazione degli altri, sui quali si produce automaticamente un'accrescimento delle quote. La rinuncia deve avere la forma scritta (atto pubblico o scrittura privata autenticata) e deve essere trascritta nei Pubblici Registri immobiliari. Viene considerata un atto di donazione agli altri comproprietari e come tale è sottoposta a tassazione.

 

Avvocato Guido Vecellio

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda