rinuncia all'eredità. Dove si fa e quanto costa?

salve,2 anni fà e morta mia madre, siamo tre fratelli, posso rinunciare alla mia parte di eredità di un alloggio a favore dei miei fratelli, dove risiedeva mia madre che inizialmente erano comproprietari mio padre e mia madre. Se questo e possibile ,quali costi devo sostenere? ho degli obblighi? grazie per il tempo che mi dedica Miele Antonio
Eredità e Successioni (22/10/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Guido Vecellio
Diritto bancario e Cartelle esattoriali, Condominio, Recupero Crediti
Segui l’avvocato
Risposta:

La rinuncia all'eredità è una dichiarazione che deve essere ricevuta da un notaio o dal cancelliere del Tribunale nel cui circondario si è aperta la successione. Non deve contenere condizioni,  termini o limitazioni, altrimenti è nulla.

La rinuncia è revocabile, se l'eredità non è già stata acquisita da altri soggetti chiamati.

Si rende sia in caso di successione legittima che testamentaria.

Il diritto di accettare e  quindi di rinunciare all'eredità si prescrive in dieci anni dal giorno della morte del defunto, ed ha effetto retroattivo (art. 521  c.c.). Per quanto riguarda i costi essi ammontano intorno a 200 euro, oltre marche da bollo, se la dichiarazione è resa in Cancelleria del Tribunale. Davanti ad un notaio i costi non sono inferiori a 800  euro.

 

Avvocato Guido Vecellio

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda