E' possibile svolgere altro impiego durante la sospensione per mancanza del green pass?

Salve. Lavoro per una società di trasporti e attualmente sono a casa sprovvista di Green Pass. Sarò a casa fino al 31 Dicembre. Vorrei chiedere se con un contratto vigente ma con assenza ingiustificata, posso recarmi all'estero per lavoro con un altro contratto. Grazie.

Diritto del lavoro (05/11/2021)
lawyer
Autore:
Avvocato Egidio Rossi
Diritto del lavoro, Separazione divorzio e modifica delle condizioni, Divorzio breve, Condominio, Recupero Crediti, Risarcimento danni e responsabilità civile, Locazioni ad uso abitativo, Immobili
Segui l’avvocato
Risposta:

Nel premettere che la questione, essendo recentissima l'applicazione del D.L. 127/2021 in materia di green pass, meriterebbe un approfondimento e un chiarimento dagli organi competenti, a parere del sottoscritto la risposta potrebbe essere negativa, e ciò lo si può dedurre da una serie di elementi.

Innanzitutto si sottolinea che il rapporto di lavoro, ancorchè sospeso per assenza ingiustificata derivante dalla mancanza della certificazione verde, è ancora a tutti gli effetti in essere e sussistente, pertanto continuano a rimanere in vigore alcuni specifici obblighi a carico del lavoratore quali, ad esempio, l'obbligo di fedeltà e di non concorrenza previsto dall'art. 2105 del Codice Civile, a norma del quale "Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l'imprenditore, né divulgare notizie attinenti all'organizzazione e ai metodi di produzione dell'impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio".

In applicazione della norma richiamata, pertanto, bisognerebbe verificare in primissima battuta se l'azienda per la quale intende lavorare durante il periodo di sospensione sia, o meno, in concorrenza con la Sua attuale azienda.

A ciò si aggiunga che, se si volesse applicare per analogia la situazione del lavoratore senza green pass (per sua libera scelta) con il lavoratore in aspettativa non retribuita (sempre per libera scelta del lavoratore), si segnala che in caso di aspettativa è fatto espresso divieto al lavoratore di svolgere un'attività lavorativa durante il periodo di aspettativa, salvo diverse disposizioni del contratto collettivo di riferimento.

Infine si segnala il contenuto di una recente nota di aggiornamento di Confindustria del 27 settembre 2021 secondo la quale, affinchè possa sussistere l'assenza ingiustificata del lavoratore ai sensi del d.l. 127/2021, e non un'assenza ingiustificata con rilievi disciplinari, il lavoratore è tenuto a presentarsi sul luogo di lavoro giornalmente e dichiarare di non essere in possesso del green pass, con conseguente allontanamento dall'azienda.

Interpretando questa nota, di conseguenza, sembra evidente che il lavoratore non potrebbe non presentarsi in azienda in quanto impegnato in altro impiego.

Infine, sarebbero da valutare diversi aspetti di natura contrattuale, retributiva e previdenziale relativi all'eventuale nuovo rapporto di lavoro.

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda