Imposte di successione, i coeredi sono obbligati in solido?

Salve, Io e mia sorella siamo eredi universali di nostro fratello, defunto da più di un anno (avendo nostra madre rinunciato alla "legittima"). A causa di disaccordi la sorella non ha voluto collaborare sulla Dichiarazione di Successione, che ho completato con il notaio, pagando interamente le imposte ipotecarie e catastali. Sarebbe mia intenzione rivalermi della spesa affrontata sulle somme depositate sui conti correnti bancari intestati al fratello, tuttora bloccati e sul T. F. R., ancora da liquidare da parte della banca presso cui lavorava il fratello. Come mi consigliate di agire? Cordiali saluti.
Eredità e Successioni (13/07/2019)
lawyer
Autore:
Avvocato Tania Beretta
Eredità e Successioni, Famiglia, Diritto Penale, Diritto Penale di Impresa
Segui l’avvocato
Risposta:

Lei ha effettivamente diritto di regresso su Sua sorella per la quota di spese e imposte da quest'ultima dovuta all'Eraio e che ha pagato Lei quale debitore solidale.

Ciò posto, tuttavia, sconsiglio vivamente di trattenere le somme dovute dall'eredità giacente senza aver prima messo in mora la sorella formalmente chiedendo il pagamento della propria quota e senza aver trovato un accordo con la stessa, anche in sede stragiudiziale che, in casi simili, molto spesso basta a definire la controversia, rischiando altrimenti di doversi poi difendere da facili accuse.

Avvocato Tania Beretta

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda