proposta di vendita subordinata al mutuo. L' acquirente deve comunicare la decisione della banca?

Buonasera, abbiamo firmato una proposta d'acquisto per la vendita del nostro immobile vincolata all'ottenimento del mutuo. In caso di non concessione del mutuo, il compratore deve dimostrare con qualcosa di scritto dalla banca che il mutuo non è stato concesso oppure è sufficiente una sua comunicazione verbale? La ringrazio anticipatamente 

Immobili (15/01/2020)
lawyer
Autore:
Avvocato Guido Vecellio
Diritto bancario e Cartelle esattoriali, Condominio, Recupero Crediti
Segui l’avvocato
Risposta:

La proposta di acquisto di un immobile subordinata al mutuo è sottoposta ad una condizione sospensiva, cioè l'ottenimento, da parte di una banca, dell'erogazione di un mutuo a favore del compratore.

Se questo non viene deliberato, la compravendita viene sospesa ed il compratore ed il venditore vengono liberati.

Per verificare se tale clausola abbia effetto, l'acquirente deve comunicare, entro un termine concordato e coincidente con la tempistica bancaria per la delibera di questi contratti, all'agenzia immobiliare se il mutuo è stato concesso o no.

Se la banca non ha ancora terminato l'istruttoria, può essere richiesto al venditore una proroga dei termini.

Fondamentale è però comunicare la decisione della banca (allegando la delibera negativa), perchè, in caso di silenzio,l'acquisto potrebbe diventare obbligatorio.

In caso di risoluzione del contratto la somma versata a titolo di caparra va restituita e nessuna provvigione è dovuta all'agenzia immobiliare.

 

Avvocato Guido Vecellio

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda