Come procedere alla divisione della comunione ereditaria?

Buongiorno,volevo sapere se posso liquidare mio fratello ,della sua parte di eredita sulla casa dei nostri genitori defunti con cedendo la nostra parte di terreno edificabile invece che con soldi in contante grazie
Eredità e Successioni (27/09/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Marta Calderoni
Locazioni commerciali, Eredità e Successioni, Recupero Crediti, Risarcimento danni e responsabilità civile, Immobili, Famiglia
Segui l’avvocato
Risposta:

La situazione da Lei descritta è quella di una comunione ereditaria: Lei e Suo fratello siete infatti comproprietari dei beni facenti parte dell’asse ereditario.

Lei ha espresso il Suo desiderio di tenere per sé l'immobile ove vivevano i Vostri genitori e vorrebbe che venisse assegnato a Suo fratello un terreno edificabile: a tal fine dovete procedere allo scioglimento della comunione ereditaria mediante divisione.

A tal proposito segnaliamo che ogni coerede può domandare in qualsiasi momento la divisione, che è l’atto con il quale si scioglie la comunione ereditaria. La divisione può essere di tre tipi: amichevole, giudiziale o testamentaria.

La divisione testamentaria è effettuata direttamente nel testamento dal defunto, che divide i suoi beni tra gli eredi mediante le disposizioni testamentarie. Non essendo questo il Vostro caso, rimangono le seguenti alternative:

  • divisione amichevole (o contrattuale): si ha quando i coeredi riescono a raggiungere un accordo sulle modalità della divisone, che viene quindi effettuata mediante la stipulazione di un contratto, nel quale sono assegnati determinati beni a ciascun coerede. Nel caso di specie se Suo fratello fosse d'accordo con l'ipotesi da Lei avanzata, potreste procedere allo scioglimento della comunione con assegnazione della casa a Lei e del terreno a Suo fratello, senza che sia necessario che Lei versi una somma in contanti. A tal fine, è necessario che il valore della casa e quello del terreno siano simili.
  • divisione giudiziale: si ha invece quando non vi è accordo tra i coeredi; in tale ipotesi ciascuno di essi può rivolgersi al Tribunale del luogo in cui si è aperta la successione, chiedendo al Giudice di pronunciare un provvedimento di scioglimento della comunione e di divisione della massa ereditaria. Se Suo fratello non fosse d'accordo con l'ipotesi di divisione da Lei ipotizzata, e non riusciste a trovare fra Voi un accordo che soddisfi gli interessi di entrambi, Lei potrà rivolgersi al Giudice.
CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online
Dove ci trovi
se vuoi incontrarci di persona
Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda