Diritto del Web

Fatti consigliare da un legale esperto

Con Avvocato Accanto

la tua consulenza è a portata di click

Richiedi ora una consulenza
avvocato diritto lavoro
avvocato diritto lavoro

Avvocato Accanto presta assistenza legale nelle tematiche di diritto del web che riguardano

E-commerce
Tutela della privacy
Reputazione online
Start-up innovativa

Il termine e-commerce si riferisce all’attività di acquisto o vendita di beni e servizi tramite il web. Ciò che caratterizza l’e-commerce è il fatto che la vendita sia realizzata interamente online, tramite una piattaforma in cui sono indicati i beni e i servizi offerti, che l’utente può consultare e acquistare direttamente sul web.

L’e-commerce rappresenta una grande opportunità non solo per le grandi società, ma anche per le piccole aziende, che hanno intenzione di iniziare a vendere i propri prodotti e servizi anche online.

Questa soluzione, infatti, permette di ampliare enormemente la platea di utenti e quindi di clienti che si può raggiungere, ma impone di rispettare alcune regole specifiche.

La crescente diffusione delle tecnologie informatiche e il massivo utilizzo di internet e dei social network pongono nuove, significative sfide nel campo della tutela della privacy.

La normativa di riferimento in tema di tutela del trattamento dei dati personali, sia per i privati, sia per le aziende è costituita dal Regolamento europeo n. 679/2016 o GDPR (General Data Protection Regulation), e dal d.lgs. 196/2003, il “vecchio” codice della privacy, che ora adegua la normativa nazionale al regolamento europeo. Il GDPR racchiude le norme che tutelano i dati personali e le relative limitazioni al loro utilizzo.

Come detto è una normativa europea - che quindi si applica in modo uniforme a tutti i paesi membri - che ci indica le regole da osservare per poter trattare lecitamente i dati personali.

E’ possibile cancellare dal web i dati forniti, un post pubblicato sui social, oppure una notizia che riporta il proprio nome? Esiste un diritto personale a veder restaurata la propria privacy e, se sì, a quali condizioni e decorso quanto tempo?

L’avvento delle nuove tecnologie e soprattutto di internet, la cui memoria è universale, ha reso sempre più evidente questa problematica. L’art. 17 del GDPR disciplina il “diritto all’oblio”, ovvero i casi in cui un soggetto ha il diritto di ottenere la cancellazione di dati personali che lo riguardano tutelando così la propria reputazione online.

Inizialmente il termine start up veniva usato unicamente per indicare la fase di avvio di aziende nel settore internet o tecnologie dell'informazione. Successivamente con questa espressione sono state identificate le società che svolgono in modo esclusivo o prevalente un’attività di ricerca, produzione e commercializzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

La normativa sulle start up mira a promuovere la crescita sostenibile, l’incremento tecnologico e l’occupazione, in particolare giovanile, la crescita di una nuova cultura imprenditoriale, lo sviluppo di un ecosistema più incline all’innovazione, così come a favorire una maggiore mobilità sociale e ad attrarre in Italia talenti e capitali dall’estero.

Diritto del web

 

 E-commerce

Il termine e-commerce si riferisce all’attività di acquisto o vendita di beni e servizi tramite il web.

A seconda del profilo cliente a cui l’attività di e-commerce è diretta, si può parlare di:

  • Business to Consumer (B2C): azienda che vende a un privato.
  • Business to Business (B2B): azienda che vende a un’altra azienda.

A seconda, invece, del servizio offerto si può distinguere tra:

  • E-commerce indiretto: compravendita di beni materiali on-line e consegna, agli acquirenti, in modo tradizionale attraverso posta o corrieri; per gestire i rapporti telematici con il cliente l’impresa ha una propria struttura o si affida a società che li gestisce.
  • E-commerce diretto: compravendita di beni immateriali ossia “digitali” (ad esempio, file musicali, biglietti elettronici, software, film, immagini): il cliente acquista il bene on-line e lo ottiene direttamente e telematicamente (attraverso, ad esempio, download o codici di accesso

I siti web devono contenere delle informative fondamentali per essere conformi alla legge.

Con riferimento al tema della privacy e, quindi, a quanto disposto dal Regolamento per la Privacy adottato dall’Unione Europea nel 2016, meglio noto come GDPR, un sito web dovrà rendere disponibili agli utenti una serie di documenti che disciplinano il trattamento dei dati personali degli utenti che navigano sul sito. In particolare si tratta di:

  • privacy policy: un documento che indica le modalità di trattamento dei dati personali;
  • cookie policy: un documento che informa l0utente dell’uso di cookie sul sito.

Un sito di e-commerce, poi, dovrà indicare in modo chiaro i termini e le condizioni contrattuali che solitamente vengono raccolti in un documento chiamato “Termini e Condizioni”. Questo documento poi, in caso di vendita al consumatore, dovrà contenere anche particolari informazioni volte ad assicurare piena tutela ai diritti del consumatore. 

 

Privacy

In tema di protezione del trattamento dei dati personali, in Italia si applica il Regolamento europeo n. 679/2016, cosiddetto GDPR, cioè il General Data Protection Regulation, e il d.lgs. 196/2003, il “vecchio” codice della privacy, che ora adegua la normativa nazionale al regolamento europeo. Il GDPR racchiude le norme che tutelano i dati personali e le relative limitazioni al loro utilizzo.

La normativa europea si applica a organizzazioni, imprese, persone, società, enti pubblici e di altro genere - incluse, associazioni di volontariato e organizzazioni senza scopo di lucro - che hanno sede nell'Unione Europea, o offrono beni o servizi (anche a titolo gratuito) ai cittadini dell'UE.

Anche i siti web per non incorrere in sanzioni devono assicurarsi di essere conformi alle normative in tema di privacy.

In particolare, gli utenti dovranno essere informati nel modo più trasparente e completo possibile, su quali dati personali potranno essere raccolti, per quali finalità e in base a quale “base giuridica”. Per fare ciò, dovranno essere predisposte una privacy policy e una cookie policy, ovvero documenti in cui il proprietario del sito informa gli utenti su tutto ciò che concerne il trattamento dei loro dati personali.

In particolare, la privacy policy per essere valida, deve contenere almeno alcuni elementi fondamentali. Dovrà ad esempio:

  • indicare chi è il proprietario del sito
  • descrivere la tipologia dei dati personali raccolti e le finalità del trattamento
  • indicare la base giuridica del trattamento
  • elencare tutti i servizi di terza parte con cui tali dati vengono condivisi
  • informare gli utenti sui diritti relativi ai propri dati

La cookie policy invece, in ottemperanza alla Direttiva Eprivacy (detta anche cookie law) che si affianca al GDPR, è volta ad informare gli utenti dell’utilizzo dei cookie da parte del sito web, indicando nello specifico quali tipologie di questi strumenti informatici vengono utilizzati sul sito. Nei casi stabiliti dalla legge, poi, dovrà essere richiesta l’espressa autorizzazione dell’utente al loro utilizzo tramite appositi banner.

 

Reputazione online

Ai sensi dell’art. 17 del GDPR un soggetto ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano quando:

a) i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati;

b) l'interessato ha revocato il consenso su cui si basa il trattamento (se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento);

c) l'interessato si oppone al trattamento (e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento);

d) i dati personali sono stati trattati illecitamente;

e) i dati personali devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale previsto dal diritto dell'Unione o dello Stato membro cui è soggetto il titolare del trattamento;

f) i dati personali sono stati raccolti relativamente all'offerta di servizi della società dell'informazione.

 

Nel nostro ordinamento la tutela del diritto all’oblio - o meglio, come abbiamo visto - del diritto alla cancellazione è strutturata in tre diverse fasi.

  1. In prima istanza, al ricorrere dei presupposti per la tutela del diritto, l’utente può richiedere la cancellazione o la deindicizzazione dei dati direttamente all’interessato, ovvero al sito web che li ha pubblicati e al motore di ricerca che li ha inseriti nei propri indici. Le forme per richiedere tale tutela sono varie, in quanto dipendono dal singolo soggetto cui si chiede di effettuare la cancellazione. I siti web più strutturati e i motori di ricerca hanno approntato delle procedure e dei moduli standard per procedere in tal senso. In ogni caso il titolare del trattamento è tenuto a rispondere entro un mese o a comunicare entro tale data un eventuale ritardo nella risposta, che non può comunque superare i 2 mesi.
  2. In caso di riscontro negativo (o di silenzio) da parte del sito web, è possibile sporgere reclamo ai sensi dell'articolo art. 77 del Regolamento (UE) 2016/679. Tale reclamo è un atto circostanziato con il quale si rappresenta una violazione della disciplina rilevante in materia di protezione dei dati personali (articolo 77 del Regolamento UE 679/2016). In seguito alla presentazione, viene svolta un'istruttoria preliminare cui seguirà un eventuale procedimento amministrativo formale, che può portare all'adozione dei provvedimenti di cui all'articolo 58 del Regolamento. Si ricorda che la presentazione del reclamo è gratuita.
  3. In alternativa, il singolo può scegliere di rivolgersi all’autorità giudiziaria per far valere in giudizio i propri diritti.

 

Start-up innovativa

La Start-up innovativa è una società, che ha come oggetto principale della propria attività la produzione, lo sviluppo e la commercializzazione di servizi o prodotti innovativi ad alto tasso di tecnologia, cui la legge riconosce facilitazioni burocratiche e fiscali per l’iscrizione al Registro delle Imprese, maggiore flessibilità nella gestione societaria e di assunzione, possibilità di finanziamento tramite crowdfunding, facilitazioni nell’accesso al credito bancario e molto altro.

 

La norma in tema di start up innovative fornisce i requisiti necessari che la società deve possedere per poter accedere alle agevolazioni previste. In particolare:

  • deve essere una società di nuova costituzione o comunque costituita da meno di 60 mesi;
  • il totale del valore della produzione annua, a partire dal secondo anno di attività, non deve superare i 5 milioni di euro;
  • deve avere sede principale in Italia o, nel caso in cui abbia sede in altro Paese membro dell’Unione Europea o in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo, deve avere una sede produttiva o una filiale in Italia;
  • non deve distribuire o aver distribuito utili;
  • deve avere quale oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.
  • Non deve essere stata costituita per effetto di una fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda.
  • Deve essere una S.p.a., S.r.l., S.a.p.a., Società Cooperativa o Società Europea, le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione.

 

Come detto, le start up innovative possono essere società di capitali o essere costituite anche in forma cooperativa, le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione. Vi rientrano, pertanto, sia le S.r.l. (compresa la nuova forma di S.r.l. semplificata o a capitale ridotto), sia le S.p.a., le S.a.p.a., sia le Società Cooperative.

 

Approfondimenti

Avvocato Accanto ti consente di gestire senza stress e con comodità le tue questioni legali.

Sito Internet: Autorizzazioni

L’attività commerciale on-line necessita di un adeguato sito internet, nonché di soddisfare degli obblighi di iscrizioni. Bisogna, infatti, ...

CONTINUA A LEGGERE
Sito Internet: il Nome di Dominio

Il nome a dominio (Domain Name) è la parte testuale di quello che costituisce l’indirizzo Internet di un sito. La gestione in Italia dei nomi di ...

CONTINUA A LEGGERE
Nomi di Dominio e controversie

Le controversie di regola sorgono quando: sono registrati dei nomi di dominio per scopi di concorrenza sleale (“domain grabbing”); vengono ...

CONTINUA A LEGGERE
Gestione del sito: i services provider

Il contratto di accesso alla rete internet viene stipulato tra l’utente e il services provider (cioè il fornitore dei servizi), sottoscrivendo così ...

CONTINUA A LEGGERE
Contratto online e diritto di recesso

L’utente che conclude un acquisto o contratto online in qualità di consumatore deve essere informato dal venditore delle modalità con cui può ...

CONTINUA A LEGGERE
Contratto online: obblighi informativi

La legge prevede che colui che svolge commercio elettronico (di norma il venditore) debba fornire a tutti i destinatari del servizio (e potenziali ...

CONTINUA A LEGGERE
E-commerce e fiscalità: una guida pratica (2021). Intervista al Dott. Costantino Pesenti.

Hai un’attività e vorresti iniziare a vendere i tuoi prodotti online? Hai già un e-commerce e vuoi essere sicuro di essere in regola anche da un ...

CONTINUA A LEGGERE
Intervista con Francesco Centola: Head Legal di Wolters Kluwer Italia e Managing Legal Counsel LSW Europa

Grazie a questa intervista con Francesco Centola - Head Legal di Wolters Kluwer Italia e Managing Legal Counsel LSW Europa - comprenderemo meglio la ...

CONTINUA A LEGGERE
E-commerce

Se cerchi un Avvocato online competente in tema di e-commerce, il nostro portale può aiutarti! Puoi infatti richiedere in modo semplice, rapido e ...

CONTINUA A LEGGERE
Metodi di pagamento e contratto online

Il commercio elettronico (od on line) contempla una seria di modalità di pagamento online, attraverso cui le parti del contratto online perfezionano ...

CONTINUA A LEGGERE
Tutela della privacy e contratto online

Anche nel commercio elettronico trova ovviamente applicazione la disciplina generale sulla tutela della privacy posta dal Codice di tutela della ...

CONTINUA A LEGGERE
Startup innovativa

Se cerchi un Avvocato online competente in tema di startup innovativa, il nostro portale può aiutarti! Puoi infatti richiedere in modo semplice, ...

CONTINUA A LEGGERE
Storia e normativa della Startup innovativa

Inizialmente il termine start up veniva usato unicamente per indicare la fase di avvio di aziende nel settore internet o tecnologie ...

CONTINUA A LEGGERE
Costituire una Startup innovativa

L'art. 25 del DL 179/2012 fornisce una definizione della start-up innovativa come una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, le ...

CONTINUA A LEGGERE
Requisiti societari della Startup innovativa

la società deve essere costituita e operare da non più di 60 mesi; può essere una S.p.a., s.r.l., s.a.p.a., società cooperative e società europea, ...

CONTINUA A LEGGERE
Regole di funzionamento della Startup innovativa

Il DL 179/2012 ha apportato importanti innovazioni e deroghe alla disciplina generale con lo scopo di agevolare la costituzione e lo sviluppo delle ...

CONTINUA A LEGGERE
Agevolazioni per la Startup innovativa

Abbattimento degli oneri per l’avvio d’impresa: la startup, a differenza delle altre aziende, non dovrà pagare gli oneri di costituzione e ...

CONTINUA A LEGGERE
Requisiti della Startup innovativa inerenti alla "attività innovativa"

le startup innovative devono possedere almeno uno di questi requisiti: deve investire almeno il 15% del maggior valore fra costo e valore totale ...

CONTINUA A LEGGERE
Contratto online: conclusione del contratto

La conclusione del contratto telematico (o anche “contratto online”) può? avvenire generalmente mediante tre modalità?: l’accettazione dell’utente ...

CONTINUA A LEGGERE
E-commerce: la guida legale per vendere online

Stai pensando di aprire un e-commerce? Oppure ne hai già uno operativo e ti stai chiedendo se è tutto a posto dal punto di vista legale? Vendere ...

CONTINUA A LEGGERE
Startup Innovativa - emissione di strumenti finanziari

Nell'atto costitutivo della startup innovativa si può prevedere la possibilità di emettere strumenti finanziari forniti di diritti patrimoniali o ...

CONTINUA A LEGGERE
Startup Innovativa - operazioni sulle proprie partecipazioni

L’ultima deroga di rilievo offerta dal legislatore alla startup innovativa concerne la possibilità di compiere delle operazioni sulle proprie ...

CONTINUA A LEGGERE
Intervista a Luca Foresti: Amministratore Delegato del Centro Medico Santagostino

In questa intervista Luca Foresti – CEO del Centro Medico Santagostino – ci parla del modello di business sviluppato, innovativo e alternativo ...

CONTINUA A LEGGERE
Startup Innovativa Struttura Finanziaria

La startup innovativa può avere sia la connotazione di una S.r.l. (compresa la nuova forma di S.r.l. semplificata o a capitale ridotto), sia di una ...

CONTINUA A LEGGERE
Startup Innovativa - creazione di categorie di quote fornite di diritti diversi

Il legislatore ha concesso alla startup innovative un privilegio che appartiene tipicamente, nel regime ordinario, alle S.p.a. La recente normativa ...

CONTINUA A LEGGERE
Crisi della Startup Innovativa - riduzione del capitale per perdite

La riduzione del capitale per perdite In virtù della peculiare natura e rischiosità dell’attività esercitata, la normativa ha previsto una moratoria ...

CONTINUA A LEGGERE
Crisi Startup Innovativa - sovraindebitamento e liquidazione

La normativa introduce una deroga in favore delle startup innovative in caso di loro crisi. Per queste società infatti: non si applicano le ...

CONTINUA A LEGGERE
Intervista a Francesco Margherita fondatore dei Fatti di Seo. Impatti legali collegati all’amministrazione di un Gruppo Facebook

Grazie a questa intervista con Francesco Margherita -noto consulente SEO, fondatore dei Fatti di Seo, e molto altro- comprenderemo meglio quali sono ...

CONTINUA A LEGGERE
Alcune indicazioni generali sull'E-commerce

Si è soliti distinguere due tipi di e-commerce, a seconda delle caratteristiche dei rapporti commerciali tra le parti: e-commerce indiretto: ...

CONTINUA A LEGGERE
Tipi di contratti telematici (B2B, B2C, etcc.)

Vi sono, poi, diverse tipologie di contratti telematici. In base alle parti coinvolte si distinguono in: B2B (ossia business to business): le ...

CONTINUA A LEGGERE

I vantaggi di Avvocato Accanto

Avvocato Accanto ti consente di gestire senza stress e con comodità le tue questioni legali. Hai accesso ad un avvocato esperto sempre e ovunque tu sia per chiedere consulenza legale ed assistenza quando ti serve

Più Facile

Fai tutto direttamente dal tuo pc, smartphone o tablet! Fissi l'appuntamento, ricevi consulenza legale e molto altro.

Più Trasparente

Conosci subito i costi della tua consulenza legale. Paghi alla fine. Niente sorprese.

Più Veloce

Consulenza legale? Niente code, niente attese. È tutto più veloce.
lawyer

L'opinione dei nostri clienti è importante

Leggi tutte le recensioni
05.05.2020
Recensione di claudio
Ho ricevito una risposta molto esaustiente
03.05.2020
Recensione di Dott. Vincenzo Celano
Servizio veramente celere, competente .
02.05.2020
Recensione di Maurizia
Risposta praticamente immediata e molto chiara
30.04.2020
Recensione di Emanuela
grazie, ottima consulenza.
29.04.2020
Recensione di anonimo
risposta esauriente e completa
29.04.2020
Recensione di AMADOU
ho ricevuto una risposta cortese e dettagliata

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto