Vorrei trasferirmi nella mia seconda casa durante l’emergenza Covid-19. Posso?

È possibile spostarsi dalla residenza abituale e vivere nella casa in campagna che è in una provincia diversa a 150 km di distanza? Vorrei andarci a vivere con mia moglie. Possiamo dichiarare in caso di controllo delle forze dell'ordine che siamo domiciliati in quella casa? 

Diritto Penale (15/04/2020)
lawyer
Autore:
Avvocato Fabrizio Tronca
Eredità e Successioni, Immobili, Famiglia
Segui l’avvocato
Risposta:

No, tale soluzione è espressamente vietata, secondo la lettura congiunta dei DPCM dell'8 e del 22 marzo emessi per l'emergenza Covid

I decreti dispongono che nessun cittadino che si trovi sul territorio italiano possa spostarsi e trasferirsi in altro Comune o Regione, fatte salve le tassative e seguenti motivazioni:

- comprovate esigenze lavorative;

- motivi di assoluta urgenza;

- motivi di salute.

Il trasferimento nella casa di villeggiatura (o così detta seconda casa) non rientra tra le motivazioni lecite individuate e specificate dal Governo.

L'iniziativa, pertanto, può senza dubbio essere soggetta alla severa sanzione amministrativa pecuniaria prevista dal del decreto-egge 25 marzo 2020, n. 19, compresa tra € 400.00 ed € 3.000,00.

Peraltro, se la violazione viene compiuta con l'automobile, la sanzione può essere aumentata ed applicata nella misura di complessivi € 4.000,00.

Avvocato Fabrizio Tronca

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda