Assegno Unico e Universale 2022. Cosa c'è da sapere?

Buonasera. Sono un genitore e vista la recente introduzione dell’assegno unico, vorrei capire come funziona, In particolare, vorrei sapere a quali condizioni si possa richiedere e quali sono i criteri, per determinare il suo importo. E in caso di genitori separati, a chi viene corrisposto? Inoltre, quali sono le modalità di pagamento? È compatibile con altri mezzi di sostegno, come il reddito di cittadinanza ad esempio? Grazie.

Famiglia (20/01/2022)
lawyer
Autore:
Avvocato Giulia Valmacco
Locazioni commerciali, Sovraindebitamento, Risarcimento danni e responsabilità civile, Famiglia
Segui l’avvocato
Risposta:

L'Assegno Unico Universale sarà attivato dal mese di marzo 2022, come previsto dal decreto legislativo 230 del 21 dicembre 2021, che lo istituisce definitivamente. Questa nuova misura di sostegno alle famiglie va a sostituire le attuali previsioni di sostegno alle famiglie e alla natalità. Si tratta di un beneficio economico attribuito su base mensile, il cui importo dipende dall'ISEE e dalla composizione del nucleo famigliare.

L'assegno è riconosciuto ai nuclei famigliari:

- con figli minorenni a carico (per i nuovi nati, decorre dal 7° mese di gravidanza);
- con figli a carico che presentano disabilità (senza limiti di età);
- con figli maggiorenni, fino al compimento dei 21 anni di età;

Nel caso di figli maggiorenni (fino a 21 anni) l'assegno unico è riconosciuto nel caso in cui i figli:
- frequentino un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea;
- abbiano un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro;
- siano registrati come disoccupati e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l'impiego;
- svolgano il servizio civile universale.

Concretamente, l'Assegno Unico consiste in un contributo economico, così quantificato:

  • Per ciascun figlio minorenne è previsto un importo che può variare da un massimo di 175 euro mensili (in caso di ISEE pari o inferiore a 15.000 euro) a un minimo di 50 euro mensili (in caso di ISEE pari o superiore a 40.000 euro).
  • Per ciascun figlio maggiorenne (fino ai 21 anni) è previsto un importo che può variare da un massimo di 85 euro mensili (in caso di ISEE pari o inferiore a 15.000 euro) a un minimo di 25 euro (in caso di ISEE pari o superiore a 40.000 euro).
  • Per ogni figlio ulteriore al secondo è prevista una maggiorazione (anch’essa variabile in base all’ISEE).

La domanda potrà essere presentata a partire dal 1° gennaio 2022, nelle seguenti modalità:

  • in modalità telematica all'INPS (tramite il sito web inps.it);
  • contattando il numero verde INPS;
  • presso gli istituti di patronato;

L'assegno sarà riconosciuto a decorrere dal mese successivo a quello di presentazione della domanda e l'erogazione avverrà tramite accredito sull’IBAN indicato.

 
L'assegno spetta, nell'interesse del figlio, in parti uguali a chi esercita la responsabilità genitoriale.

In caso di genitori separati è il genitore convivente con il figlio che potrà presentare la domanda presso l'Inps, il quale potrebbe tuttavia non vedersi riconosciuta l’intera somma.

Una volta inoltrata la richiesta, infatti, l’altro genitore sarà informato dall'Inps dell’avvenuta domanda. A questo punto potrà quindi decidere se inserire i suoi dati per ricevere il 50% dell'assegno o se lasciare l’intera cifra all’ex partner.

I figli maggiorenni possono, inoltre, presentare la domanda in sostituzione dei genitori secondo le modalità previste e richiedere la corresponsione diretta della quota di assegno loro spettanti.

Si ricorda, infine, che l’Assegno unico è compatibile con altre misure a favore dei figli a carico erogate dalle regioni, province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali, ed è compatibile con il Reddito di Cittadinanza nei termini e secondo i vincoli indicati dalla norma.

Ai nuclei familiari percettori del Reddito di Cittadinanza l’Assegno unico sarà corrisposto automaticamente dall’INPS, senza necessità di presentare domanda.

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda