vizi della vendita. Consumatore tutelato?

Ho acquistato un sistema HiFi da un rivenditore Italiano e ho trasportato il prodotto nel mio domicilio in Germania. Quando ho messo in funzione il sistema, ho scoperto che una cassa acustica distorce i suoni e richiede la sostituzione o riparazione della stessa. Il rivenditore mi sta costringendo a farmi carico delle spese di trasporto per la sostituzione del prodotto. Come posso far valere il mio diritto?
Diritto del Consumatore (07/11/2018)
lawyer
Autore:
Avvocato Guido Vecellio
Diritto bancario e Cartelle esattoriali, Condominio, Recupero Crediti
Segui l’avvocato
Risposta:

Partendo dal presupposto che il bene da Lei acquistato sia ancora in garanzia, segnaliamo, proprio in relazione alle garanzie della vendita, che sono state inserite nel nuovo codice di commercio nuove clausule più favorevoli al consumatore.

Tra queste la durata biennale della garanzia, la denuncia scritta per vizio o difetto entro 2 mesi dalla sua scoperta, prescrizione del diritto di far valere il vizio dopo 26 mesi dall'acquisto e le garanzie convenzionali estensive. 

Nel certificato di garanzia deve essere indicato, per la garanzia convenzionale, che si tratta di un diritto diverso ed aggiuntivo a quella legale obbligatoria. Secondo le pronuncie della Corte di Giustizia Europea in caso di sostituzione e o riparazione di un prodotto per vizi di difformità e/o funzionamento, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene. Pertanto le cosiddette spese nascoste, come quelle del trasporto, a carico del consumatore, non sono dovute.

 

Avvocato Guido Vecellio

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda