La pubblicazione di screenshot di conversazioni private e la diffamazione

Espongo quanto subito: una persona, alla quale ho fatto confidenze private in una chat di facebook ha fatto degli screenshot di tali conversazioni e le ha inviate miratamente a terzi arrecandomi un grosso danno, senza chiedermi o avvertirmi dell'intenzione di tale gesto. Parte di tale conversazione l'ha pure resa pubblica sulla sua bacheca di facebook (ovviamente quella che più le faceva comodo) mettendomi così in ridicolo esponendomi inoltre ad insulti gratuiti di persone (amici suoi) che oltre a non sapere realmente i fatti, non mi conoscono nemmeno. Cosa posso fare. Gentilmente ringrazio.
Diritto Penale (29/10/2019)
lawyer
Autore:
Avvocato Tania Beretta
Eredità e Successioni, Famiglia, Diritto Penale, Diritto Penale di Impresa
Segui l’avvocato
Risposta:

Il fatto che si tratti di confidenze e private fa configurare una violazione della privacy e, in quanto tale, punita dal D lgs 196/03, ma non solo; l'averla pubblicata in modo tale da renderla facilmente oggetto di commenti derisori o comunque arrecandoLe danno fa altresì configurare l'ipotesi di diffamazione aggravata dall'uso del social network ex art. 595 c.p.

Il mio consiglio, quindi, è quello di procedere con diffida alla rimozione della conversazione incriminata non prima, però, di aver sporto formale querela (nel termine di 90 giorni dal fatto) per le ipotesi di reato di cui sopra.

 

avvocato Tania Beretta

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda