Commetto diffamazione se esprimo le mie critiche al sindaco?

Salve, in un momento di ira mio padre stanco delle solite inadempienze da parte del comune ha mandato una email al Sindaco comunicandogli alcune inadeguatezze e poi senza fare nomi ha detto che anche alcuni dipendenti e consiglieri che dovrebbero dare l'esempio commettono scorrettezze, potrebbe incorrere in una denuncia per diffamazione Grazie
Diritto Penale (24/06/2019)
Risposta:

Non avendo fatto nomi, ritengo di no.

La diffamazione è un reato che implica la sanzione penale qualora risulti offesa la reputazione di alcuno, fatto che non può dirsi avvenuto nella situazione da Lei descritta.

Le preciso che, in realtà, secondo gli orientamenti giurisprudenziali più recenti, potrebbe risultare offesa anche la reputazione di una persona giuridica, come ad esempio il Comune.

Tuttavia, ciò non può ritenersi avvenuto nel caso di specie perchè Suo padre ha manifestato la propria opinione sull'ente territoriale con chi ne è rappresentante. Diversa sarebbe stata la situazione se egli avesse manifestato tale pensiero a terzi, ad esempio pubblicando una missiva con lo stesso contenuto della mail di cui parla su un quotidiano locale.

A ciò si aggiunga che, per come ha descritto il contenuto della mail scritta da Suo padre, essa mi sembra rientrare nei limiti dell'esercizio del diritto di critica, che scrimina qualunque fatto diffamatorio ove si riporti la verità di fatti di rilievo pubblico con modalità di espressione non eccessiva.

Avvocato Nadia Mungari

CONTATTA L’AVVOCATO
Prenota subito online

Dove ci trovi

se vuoi incontrarci di persona

Se vuoi incontrarci di persona e conoscerci ci trovi in Via Crocefisso 6 a Milano, presso gli uffici di Avvocato Accanto, tutti i giorni da lunedì a venerdì e su appuntamento anche il sabato. Ti aspettiamo.
mappa avvocato accanto
Non hai trovato ciò che cercavi?
Fai una domanda